The War in Italy

un progetto di ricerca

Occupied Italy è una rivista digitale, full-text, open access, peer-reviewed. E’ dedicata allo studio della storia della seconda guerra mondiale in Italia e delle sue immediate conseguenze, a partire dall’invasione della Sicilia da parte degli alleati nel giugno del 1943.

conservazione e condivisione della memoria

Occupied Italy è un progetto dall’associazione culturale Mu.Bat per incoraggiare la ricerca internazionale relativa agli eventi Italiani nel contesto della Seconda guerra mondiale e i suoi sviluppi nazionali e internazionali negli anni successivi.

Call for proposals

Occupied Italy, 1943-1946 è una rivista digitale in open access dedicata allo studio della storia della Seconda guerra mondiale in Italia e delle sue immediate conseguenze, a partire dallo sbarco in Sicilia da parte degli Alleati nel luglio del 1943. 

La rivista è stata fondata nel dicembre del 2020 con lo scopo di sottolineare la rilevanza delle vicende italiane nell’ambito della Seconda guerra mondiale e delle conseguenze geopolitiche dello sbarco alleato per tutta l’area del Mediterraneo. Occupied Italy vuole caratterizzarsi per il rigore scientifico dei suoi contributi, ma anche per un approccio marcatamente multidisciplinare e attento alla storia culturale. L’intento è di fornire una piattaforma per ricerche originali di studiosi italiani e stranieri, provenienti da diversi ambiti disciplinari e formativi sugli aspetti militari, politici, socio-culturali ed economici relativi al periodo della presenza alleata nel territorio italiano. La convinzione è che il dialogo tra diverse discipline possa apportare un contributo significativo alla ricerca e far avanzare gli studi su un periodo denso di conseguenze a lungo termine, la cui importanza ai fini della ricerca storica deve essere preservata nonostante il passare del tempo e delle generazioni. Per questo motivo la rivista curerà anche l’aspetto divulgativo tramite una serie di rubriche, con l’obiettivo di attirare l’attenzione di un pubblico più ampio rispetto ai soli addetti ai lavori.

Il primo numero di Occupied Italy sarà pubblicato nel settembre del 2021 e per l’occasione avrà luogo un evento di presentazione della rivista, a cui saranno invitati a partecipare gli autori dei contributi pubblicati. Si incoraggiano dunque gli interessati a inviare le proprie proposte, tramite abstract di 2000 battute al massimo, inerenti alle seguenti tematiche:

  • La campagna militare alleata in Italia
  • L’occupazione tedesca e la Repubblica Sociale Italiana
  • La Resistenza e la guerra civile
  • La ricostruzione alleata e l’Italia repubblicana
  • La memoria della guerra e l’uso pubblico della storia
  • Le rappresentazioni e gli immaginari del conflitto e dell’occupazione
  • Le conseguenze culturali dell’occupazione alleata
  • I luoghi e i protagonisti dell’Italia occupata

L’elenco non è da considerare vincolante, si incoraggiano anzi proposte originali che rientrino negli scopi dichiarati della rivista. Sono accettati contributi in italiano e in inglese.

Gli abstract devono essere inviati entro l’8 marzo 2021 al seguente indirizzo: editors@occupieditaly.org

La redazione, previa consultazione con il comitato scientifico, valuterà gli abstract e comunicherà la selezione entro il 15 marzo 2021. Le autrici e gli autori le cui proposte saranno accettate dovranno consegnare i loro contributi entro il 16 maggio 2021, per essere sottoposti a double blind peer review. Le norme redazionali sono consultabili qui: http://occupieditaly.org/wp-content/uploads/2021/01/Norme-redazionali-Occupied-Italy.pdf

Scadenze:

Invio abstract: 8 marzo

Selezione degli abstract: 15 marzo

Consegna contributi: 16 maggio

Esito peer review: 20 giugno

Consegna contributi con revisioni: 12 luglio

Pubblicazione: 9 settembre