Occupied Italy

Occupied Italy è una rivista digitale, full-text, open access, peer-reviewed. È dedicata non solo allo studio della storia della Seconda Guerra Mondiale in Italia, a partire dall’invasione della Sicilia per mano degli Alleati nel giugno del 1943, ma pone il focus anche sulle conseguenze che la “duplice occupazione” della penisola ebbe nel lungo periodo della Guerra Fredda.

Occupied Italy nasce con l’obiettivo di fornire uno strumento di ricerca originale e innovativo per gli studiosi italiani e stranieri sia sugli aspetti militari, politici, culturali ed economici relativi al periodo dell’occupazione alleata e tedesca dell’Italia, sia sugli effetti di lunga durata scaturiti dall’esperienza occupazionale italiana, con un focus sul contesto della Guerra Fredda. Progettata con una forte attenzione all’interdisciplinarietà (storia culturale, sociale, economica, Public History, ecc.), la rivista intende sottolineare l’importanza delle vicende italiane nel contesto della Seconda Guerra Mondiale e del ruolo che queste ultime avrebbero giocato nella storia dell’Italia postbellica.

L’obiettivo della rivista è creare una piattaforma per una ricerca rigorosa tra gli storici internazionali. Incoraggiamo contributi, in italiano e inglese, sui seguenti argomenti (ma non solo):

1) Seconda guerra mondiale: la campagna militare alleata in Italia; l’occupazione tedesca e la RSI; Resistenza e guerra civile; rapporto fra popolazioni occupate e autorità occupanti.

2) Dopoguerra: la ricostruzione politica dell’Italia; memoria culturale e pubblica della guerra e della guerra civile; cambiamento ed evoluzione nel rapporto Italia-USA / Italia-Germania; l’Italia e l’URSS; l’Italia nel contesto della Guerra Fredda, prospettive nazionali e transnazionali.

Occupied Italy è un progetto promosso dall’associazione culturale Mu.Bat www.mubat.it